venerdì 5 settembre 2014

Il lago venuto dal nulla


È nato dal nulla, improvvisamente. 
Alcuni pastori locali sono rimasti esterrefatti quando, alcuni giorni or sono, passando per una valletta usata a volte per i loro bivacchi notturni, si sono trovati di fronte a un vero e proprio lago. Profondo dai 10 ai 18 metri, occupa una superficie di circa un ettaro a 25 km dalla città di Gafsa, in Tunisia. 
Al di là del fatto che l’improvvisa comparsa di un lago in zona desertica è già qualcosa di quasi irreale, il fenomeno lo è ancor di più se si pensa che la Tunisia sta passando un periodo di forti siccità.
 Il tutto è così inusuale e inspiegabile per la gente del posto, che già si parla di “miracolo”.


La gente del posto lo ha chiamato Lac de Gafsa e pensa che sia il risultato di una magia o di qualche fenomeno soprannaturale. 
Come si è formato? 
Al momento non ci sono prove a favore di una o dell'altra delle diverse ipotesi scientifiche avanzate, ma quella che sembra avere maggiore credito sostiene che l’attività sismica dell’ultimo periodo potrebbe aver alterato l’andamento delle falde acquifere sotterranee, obbligando l’acqua di una o più di esse a venire in superficie.


Quello che sembrava qualcosa caduto dal cielo, in realtà, un paio di giorni dopo la sua scoperta, ha iniziato a mostrare aspetti inquietanti.
 Il colore dell’acqua, infatti, da chiaro turchese come appariva all'inizio, si è trasformato in verde scuro, molto probabilmente dovuto alla presenza di alghe verdi. Ma c'è un altro problema. 
 L’area in cui lago ha preso forma è ricca di fosfati che vengono estratti in abbondanza per produrre fertilizzanti, detersivi e pesticidi. Sembra che l’acqua del lago li abbia portati con sé in abbondanza e con elementi residui di radioattività, che non sono certo salutari per chi fa il bagno. 
 Per questo motivo l’Ufficio di Pubblica Sicurezza di Gafsa ha emesso un'ordinanza di divieto di balneazione. Ma di fronte a tanta abbondanza la gente non sembra disposta a credere che il lago possa essere fonte di malattie, e quindi nessuno osserva il divieto.
 Purtroppo le conseguenze di un bagno in acque radioattive sono invece drammatiche.

 Fonte : Focus.it
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...