lunedì 20 febbraio 2017

La cascata di fuoco nello Yosemite National Park


Una cascata di fuoco, caratterizzata da lava brillante e arancione. Sbagliato: la cascata c'è ma è di acqua e luce. 
Un fenomeno naturale bellissimo, che si può ammirare ogni anno a febbraio in uno dei luoghi più suggestivi della Terra. 
Siamo allo Yosemite National Park, negli Usa.
 Un fascio di luce attraversa le montagne del parco californiano. Un'illusione ottica che attira i visitatori da tutto il mondo. 

Viene chiamato firefall ed è una vera e propria cascata di luce che si incunea tra le pendici delle alture dello Yosemite National Park. Il fenomeno si verifica ogni anno per un paio di settimane, a febbraio, al tramonto.
 In quel momento della giornata, il sole si trova in una particolare posizione e illumina una cascata d'acqua.
 Per i fotografi, si tratta di uno spettacolo da non perdere. 
In molti visitano il parco per ammirare il fenomeno. 
 Purtroppo non tutti gli anni è possibile vederlo perché spesso le condizioni meteo non lo consentono. Basta infatti un cielo molto nuvoloso per rovinare le attese dei tanti appassionati.








Quest'anno però è stato favorevole. 
In tanti hanno potuto ammirare il firefall. 
Secondo il portavoce del National Park Service Scott Gedima, il fenomeno è ancora più grande e visibile del solito perché la cascata è ricca d'acqua per via delle abbondanti piogge e nevicate. 

 Francesca Mancuso

La leggenda della farfalla blu


La leggenda della farfalla blu narra di un uomo vissuto molti anni fa, rimasto vedovo e con due figlie di cui prendersi cura.
 Le due bambine erano estremamente curiose, intelligenti e desiderose di imparare. 
Per saziare la loro fame di conoscenza, riempivano in continuazione il padre di domande.
 Talvolta egli dava loro risposte sagge, ma non sempre era facile convincere le due bambine o rispondere correttamente ai loro quesiti. 

 Notando l’inquietudine delle sue due figlie, l’uomo decise di mandarle in vacanza presso un saggio che viveva sull’alto di una collina, per convivere insieme ed imparare da lui. 
Il saggio si mostrò in grado di rispondere senza alcuna esitazione a qualsiasi quesito da parte delle due bambine.
 Un giorno, però, le due sorelle decisero di architettare un’astuta trappola per il saggio per poter misurare la sua saggezza. 

Una notte, le due si misero ad ideare un piano: proporre al saggio una domanda alla quale egli non fosse in grado di rispondere. – Come possiamo ingannare il saggio? Quale domanda potremmo fargli per coglierlo impreparato? – domandò la sorella minore. – Aspettami qui, te lo mostro subito. – rispose la più grande.
 La sorella maggiore discese la collina, e passata un’ora, tornò con il grembiulino chiuso a mo’ di sacco, nascondendo qualcosa. – Cos’hai lì? – chiese la sorella piccola. 
 La sorella maggiore infilò una mano nel grembiule e mostrò alla bambina una splendida farfalla blu.


– Che meraviglia! Cos’hai intenzione di farne? 
 – Sarà questa l’arma che ci permetterà di ingannare il maestro con una domanda a trabocchetto. Lo cercheremo e, una volta trovato, terrò la farfalla nascosta in una mano. 
Domanderò poi al saggio di dirmi se la farfalla che ho in mano sia viva o morta.
 Se egli mi dirà che è viva, stringerò forte la mano e la ucciderò.
 Se risponderà che è morta, la lascerò libera. 
Qualunque sia la sua risposta sarà dunque sempre errata. Accogliendo la proposta della sorella maggiore, entrambe le bambine si misero alla ricerca del saggio. 
 – Saggio – disse la più grande – sapresti indicarci se la farfalla che ho tra le mani è viva o morta? 
 Al che il saggio, con uno scaltro sorriso, rispose: “Dipende da te, essa è nelle tue mani”. 

 Il nostro presente e il nostro futuro sono unicamente nelle nostre mani. 
Quando qualcosa va storto, non bisogna dare la colpa a nessuno. Siamo sempre e solo noi gli unici responsabili di ogni nostra perdita e ogni nostra conquista.
 La farfalla blu rappresenta la nostra vita. 
Sta a noi decidere cosa fare di essa.


Fonte: nonguardarlo.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...