venerdì 25 ottobre 2013

Mucche vedono prato per la prima volta e impazziscono di gioia



Le mucche sono animali che dovrebbero vivere all’aria aperta, nei vasti prati.
Il condizionale è tuttavia d’obbligo, visto e considerato che molto spesso questi animali vengono stipati in delle stalle, e vengono costrette in angusti spazi fino al momento della loro uccisione, destinazione macello.
Vedere il filmato rappresenta un’ulteriore testimonianza di come la natura delle mucche faccia presto a venire fuori nel momento in cui vengono riportate nel loro habitat naturale.
Il video riporta infatti un gruppo di mucche destinate alla triste fine del macello venire “liberate” da un signore che, evidentemente, non accettava di condurre questi animali a morte prematura.
Condotte verso i prati, che potranno così calpestare per la prima volta, le mucche iniziano a correre e saltare, esprimendo tutta la propria gioia per la sensazione tattile e per l’odore che viene generato dall’erba appena bagnata.
Una sensazione impagabile per questi poveri animali non più costretti dentro ristrette stalle.
E, aggiungiamo noi, una sensazione impagabile anche per coloro che sono riusciti a compiere questo gesto di sensibilità, dimostrando ancora una volta quanto il rapporto tra uomo e animale debba essere improntato verso una maggiore sostenibilità e rispetto della dignità.

Occhio attento... sguardo vigile

Bindi presidente della Commissione anti-mafia: larghe intese E Quando non dorme tiene attivo il cervello


La mafia ringrazia 

Nuova ricerca: Le menti piu’ brillanti della storia affette dalla sindrome di Asperger

Newton, Einstein, Darwin, Turing ma forse anche Socrate: Personaggi con capacità eccezionali di pensiero, concentrazione e focalizzazzione delle idee ed accomunati da una forma di autismo detta sindrome di Asperger.



Le persone affette da questa malattia in genere si comportano in modo inopportuno in contesti sociali, spesso egocentrici ed ipersensibili, mancano di buonsenso ma sono in grado di avere idee eccezionalmente originali, hanno un vocabolario molto esteso ma tendono ad essere pedanti ed hanno interessi molto circoscritti e la loro intelligenza è in genere al di sopra della norma.
 Questa forma di autismo tende a colpire prevalentemente gli uomini, tanto che molti degli esperti tendono a definire il ‘cervello Asperger’ un caso estremo di cervello maschile.

 Il Professor Micheal Fitzgerald dell’università Trinity College di Dublino ha notato che vari personaggi eminenti presentano le stesse caratteristiche dei suoi pazienti. 
Nel suo libro “Autismo e Creatività: Esiste un legame nell’uomo tra Autismo e Capacita’ Eccezionali?” l’esperto presenta prove che personaggi come Ludwig Wittgenstein, W.B. Yeats, Lewis Carroll ed il matematico Ramanujan soffrivano di squilibri tipici della sindrome di Asperger.


Mozart 

 Questo inoltre e’ quanto emerge da uno studio recente condotto da alcuni ricercatori britannici delle Università di Cambridge e Oxford che conferma quanto sostenuto dal professor Fitzgerald, in particolare, secondo la ricerca inglese, Einstein avrebbe mostrato chiari segni della sindrome di Asperger soprattutto da piccolo: era un bambino solitario e spesso ripeteva in maniera ossessiva le stesse frasi. 
Aveva inoltre forti problemi di confusione nella lettura. Nel corso del tempo poi questi sintomi andarono regredendo.
 Il padre della relatività divenne infatti un adulto con molti amici e parecchie storie d’amore. 

 “Ma la passione, l’innamoramento e la capacità di parlare anche di temi lontani dalla propria area di interesse sono perfettamente compatibili con la sindrome di Asperger”, ha spiegato il professore Simon Baron-Cohen di Cambridge in una intervista al ”New Scientist” magazine. “Quello che è veramente difficile per coloro che sono affetti da questa sindrome -ha riferito- è sopportare e gestire una conversazione casuale. Non sono in grado di parlare poco”. 
Quanto a Newton, secondo lo studio britannico, avrebbe presentato una sintomatologia assolutamente classica della sindrome: parlava con difficoltà, si immergeva così tanto nel suo lavoro da dimenticarsi di mangiare ed era scontroso con i pochi amici che aveva. E a peggiorare la situazione si aggiunsero anche intorno ai 50 anni depressione e paranoia.


Newton 

 Ma sia Newton che Einstein sono stati dei geni assoluti nel loro campo. Una potenzialità quella di eccellere che, secondo il professore Baron-Cohen, potenziale che hanno tutti coloro che sono affetti dalla sindrome di Asperger a condizione che riescano a trovare la via giusta, l’alternativa altrimenti rischia di essere solo la depressione. 

 Tratto da: http://portalemisteri.altervista.org/

Legge elettorale: Napolitano accelera (senza le opposizioni)

Sull’attivismo politico di Giorgio Napolitano, il dibattito s’infiamma ogni giorno di più.
A coloro che ammirano la prontezza del capo dello Stato riconoscendolo come unico vero garante della tenuta del governo e della stabilità del Paese, si contrappongono, infatti, coloro che riscontrano nelle sue quotidiane iniziative delle “invasioni di campo” belle e buone.
Di certo il due volte presidente della Repubblica è tra gli osservatori più attenti delle dinamiche politiche interne, sulle quali non rinuncia (quasi mai) a dire la sua.
Tra le preoccupazioni del capo dello Stato ci sono sicuramente le riforme e, in particolare, quella elettorale.
Per questo Napolitano ha (ben)pensato di convocare ieri mattina al Quirinale una delegazione di governo e maggioranza per fare il punto della situazione.
A colloquio col capo dello Stato c’erano ieri i ministri Gaetano Quagliariello (Pdl) e Dario Franceschini (Pd) e i capigruppo di Pd, Pdl e Scelta Civica al Senato, Luigi Zanda, Renato Schifani e Gianluca Susta, con la presidente della commissione Affari Costituzionali, Anna Finocchiaro (Pd).
A loro Giorgio Napolitano avrebbe chiesto aggiornamenti sull’iter parlamentare della riforma elettorale, insistendo sulla necessità di accelerare i tempi della discussione.
Il presidente della Repubblica vorrebbe, infatti, evitare che la Corte costituzionale – che il prossimo 3 dicembre si pronuncerà sulla possibile incostituzionalità del Porcellum – ”rubi la scena” al Parlamento segnando un altro clamoroso fallimento della politica. L’incontro di ieri al Quirinale ha però suscitato le ire di chi non è stato invitato, ovvero le opposizioni.
A “insorgere” per prima la Lega Nord: “Ritengo inaccettabile, inaudito e assolutamente non previsto dalla Costituzione il vertice di maggioranza che ha convocato il presidente Napolitano al Quirinale - è sbottato Roberto Calderoli - Non spetta certo al capo dello Stato convocare vertici di maggioranza, soprattutto in relazione a una materia squisitamente parlamentare come la materia elettorale”.
Non meno arrabbiato il “portavoce” del M5S, Beppe Grillo, che ieri è tornato nelle piazze: “Oggi, senza dire niente a nessuno - ha riferito il blogger - il presidente Napolitano ha convocato degli esponenti del Pd e del Pdl, senza convocare uno del M5S che rappresenta 9 milioni di persone, li ha invitati quasi di nascosto per modificare la legge elettorale.
Passeremo dal Porcellum al Napolitanellum - ha ironizzato Grillo - Abbiamo già dato al nostro studio legale l’incarico di chiedere l’impeachment al presidente Napolitano”.
E a stigmatizzare l’incontro ristretto di ieri al Colle è stata anche la senatrice Loredana De Petris di Sel:
“Crediamo sia davvero inconsueto e inaccettabile che sulla modifica della legge elettorale Napolitano incontri, come è accaduto oggi, solo i partiti della maggioranza - ha osservato -
Da sempre chiediamo l’abrogazione del Porcellum perché vogliamo che sia effettivamente restituito agli elettori il diritto di scegliere i propri rappresentanti.
E pretendiamo che ci sia la garanzia che la nuova legge - ha messo in chiaro la De Petris - non cristallizzi (pessime) larghe intese, ma affermi il principio dell’alternanza”.
Sulla “mancanza” del Quirinale è intervenuto, in serata, l’ufficio stampa del presidente:
“Quello di oggi è stato solo un primo giro di consultazioni - hanno spiegato -
Il Quirinale si riserva di ascoltare i vari gruppi di opposizione, nelle modalità più opportune”.

Leonardo.it A cura di: Maria Saporito

Ma che strana la scelta a compartimenti stagni!!!! ........La maggioranza al completo prima e (forse)l'opposizione dopo.....
Le fondamenta non possono sapere cosa viene progettato sopra????
I votanti  rappresentati dai partiti d'opposizioni sono considerati di serie B?
Non devono essere a conoscenza di alleanze, piani strategici a DOC, ma se mai ad accordi (inciuci) presi avvisarli?
Il presidente della Repubblica Italiana è il capo dello Stato italiano e rappresenta l'unità nazionale, come stabilito dalla Costituzione italiana

L'uomo più piccolo del mondo

Dopo la morte improvvisa di He Pingping si è aperta la ricerca dell'uomo più piccolo del mondo in grado di rimpiazzarlo. Ad oggi il primato spetta a Khagendra Thapa Magar che, nato nel 1991, è alto 56 centimetri e pesa 5,5 chili; vive con la famiglia in Nepal ma ha già un manager e una fondazione che porta il suo nome.

Secondo il Guinness però l'uomo più piccolo del mondo resta ancora Pingping che con i suoi 74 centimetri era ancora in carica al momento della morte.
Khagendra aveva fatto richiesta per il titolo nel mese di febbraio e il Guinness World Records ha fatto sapere che annuncerà presto il nome del successore di Pingping.
Il primato di tutti i tempi appartiene a un indiano scomparso nel 1997, Gul Mohammed, alto 57 centimetri.

Quando la realtà supera la fantasia...

QUI SIMBA E TIMON SONO VERI ED AMICI PER LA PELLE

Nella vita reale un piccolo leone Zinz ha scelto come amico inseparabile una suricata, ovvero una Mangusta, di nome Bob.
Ma non sono meravigliosi? Così come Simba e Timon, anche Zinz e Bob sono inseparabili.
La natura spesso è sorprendente ....

fonte: http://decorazionisegrete.blogspot.com/201...ici-per-la.html
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...