domenica 9 settembre 2012

Aogashima - Giappone

Aogashima è un'isola vulcanica giapponese nel Mar delle Filippine, amministrata da Tokyo e si trova a circa 358 chilometri a sud di Tokyo e 64 chilometri a sud di Hachijo-jima. E 'l'isola più meridionale e più isolata abitata dell'arcipelago Izu. Il villaggio di Aogashima amministra l'isola sotto Hachijo Sottoprefettura di Metropolis Tokyo. A partire dal 2009, la popolazione dell'isola era 205. Aogashima è anche entro i confini del Fuji-Hakone-Izu National Park. Aogashima è un complesso vulcanico quaternario Island 3,5 km di lunghezza con una larghezza massima di 2,5 km, formati dai resti sovrapposti di almeno quattro caldere sottomarini. L'isola è circondata da aspre scogliere molto ripide stratificati depositi vulcanici. La costa meridionale sorge anche una cresta affilata che forma un bordo di una caldera di nome Ikenosawa con un diametro di 1,5 km. La caldera domina l'isola, con un solo punto della cresta sud, Otonbu con una altezza di 423 metri, il punto più alto dell'isola. La caldera è occupato da un cono secondario di nome Maruyama ancora considerato di Classe-C vulcano attivo dall'Organizzazione meteorologica giapponese Agenzia, l'ultima eruzione del Aogashima stato durante un periodo di quattro anni 1781-1785.

Scritta nascosta sul pacchetto delle Malboro Gold

Il diluvio universale

Dubai- Megatrutture

Il generale Custer

J F Kennedy un caso mai risolto

Osama Bin Laden è morto?

La teoria della terra cava

L'affondamento del Titanic

La scoperta dell'America

Area 51

Il libro dei morti

Qumran i rotoli del Mar Morto

Nel 1947 a Qumran, nel deserto di Giudea, furono ritrovati più di 800 rotoli di papiri. Molti passi dei testi contenuti richiamano le parole di Gesù ma la loro interpretazione continua a dividere storici, biblisti e papirologi. Scoprire chi fossero gli abitanti di questo luogo potrebbe far emergere i collegamenti che legano le origini del cristianesimo con l'ambiente culturale ebraico dell'epoca. Andato in onda su La7 il 4 marzo 2008

La verità di Tiziano Terzani

i Budda di Bamiyan

.Decreto del marzo 2001: “In base al verdetto del clero e alla decisione della Corte Suprema dell’Emirato Islamico, tutte le statue in Afghanistan devono essere distrutte. Tutte le statue del paese devono essere distrutte perché queste statue sono state in passato usate come idoli dagli infedeli. Sono ora onorate e possono tornare a essere idoli in futuro. Solo Allah l’Onnipotente merita di essere adorato, e niente o nessun altro”.

carceri lager

Storia della Pizza - Cartoni animati

Napoli nel '700: Totò Sapore sogna di essere un grande chef, ma non ha di che riempire lo stomaco. L'allegria però non gli manca, e così se ne va in giro a intonare canzoni che narrano di pranzi principeschi e piatti faraonici, con l'amico Pulcinella al seguito. Accade una magia: Totò trova quattro vecchie pentole annerite -- Marmittone, Sora Pasta, Tegamino e Pentolino -- che trasformano qualsiasi schifezza in una prelibatezza. La fama di Totò arriva fino al Palazzo Reale, ma suscita anche la pericolosa invidia della strega Vesuvia e del perfido cuoco di corte Mestolon. Grandi investimenti per un film che vede anche l'intervento del dialoghista del trio Aldo, Giovanni e Giacomo e la supervisione al doppiaggio di Lello Arena. Italian cartoon al 100% il film è piacevole e avrà probabilmente più successo all'estero dove l'italian pizza" (non solo quella dei fast food) è molto apprezzata.

Il Taj Mahal - India

Taj Mahal è considerata una delle otto meraviglie del mondo. E 'costruito interamente in marmo bianco dai Moghul, i governanti musulmani dell'India. La sua straordinaria bellezza architettonica è al di là descrizione adeguata, in particolare all'alba e al tramonto. Il Taj sembra a brillare alla luce della luna piena. In una mattina nebbiosa, i visitatori possono sperimentare la Taj come sospesi se visto dall'altra parte del fiume Jamuna. Taj Mahal fu costruito dall'imperatore Shah Jahan (morto nel 1666 dC) in memoria della sua cara moglie e regina Mumtaz Mahal ad Agra, in India. E 'stato costruito in un periodo di 22 anni, che impiegano 20.000 lavoratori. E 'stato completato nel 1648 dC Il progetto architettonico utilizza il concetto incastro arabesco, in cui ogni elemento è a sé stante e si integra perfettamente con la struttura principale. Esso utilizza i principi di auto-replicanti geometria e la simmetria degli elementi architettonici. "... il monumento riassume molti dei temi formali che hanno giocato attraverso l'architettura islamica. sua raffinata eleganza è un contrasto evidente sia per l'architettura indù di pre- islamica in India, con le sue spesse mura, archi e architravi corbeled, pesanti, e alle indo-islamici stili, in cui si combinano elementi indù con un assortimento eclettico di motivi da fonti persiane e turche.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...