sabato 18 agosto 2012

Non pensare al brutto passato


Non lasciare che la mente pensi solo al brutto passato, tutti lo abbiamo avuto, ringrazia piuttosto le cose fortunate che hai ora, così in futuro, quando penserai, avrai solo ricordi bellissimi.

L'egoismo




”L’egoismo non consiste nel vivere come ci pare ma nell’esigere che gli altri vivano come pare a noi.”


[Oscar Wilde]

Ritrovamenti misteriosi

Profeta del vento

Please don't go

Immersioni a Sharm el Sheikh

Ai folli di cuore

pensieri del Re lucertola

i teschi di cristallo

Universo

JUNG e la psicoanalisi

la materia

Tartaruga comune (Caretta caretta)

ENIGMA - BEYOND THE INVISIBLE !

Come nasce una perla


La nascita di una perla è un evento davvero miracoloso. A differenza delle pietre odei metalli preziosi, che devono essere estratti dalla terra, le perle sono prodotte dalle ostriche o meglio da “molluschi perliferi” che vivono nelle profondità marine. Le pietre preziose devono essere sottoposte al taglio e levigate per farne emergere la bellezza. Ma le perle non hanno bisogno di questo processo complementare. Nascono da questi molluschi con una naturale iridescenza, una lucentezza e una morbida luminosità intrinseca che nessun’altra gemma al mondo possiede.

La formazione della perla avviene quando sui fondali marini elementi estranei al mollusco penetrano all’interno dell’epitelio, creando un’azione di forte disturbo. In breve, la perla si forma attorno ad un corpo estraneo (granello di sabbia, parassita, larva marina, frammento di conchiglia) entrato nel mollusco; questa intrusione produce una forte reazione nell’animale che, non riuscendo ad espellerla, inizia un processo d’isolamento secernendo una sostanza cristallina liscia e dura, definita sostanza madreperlacea. Fino a quando il corpo estraneo resta nel mantello (lembo cutaneo che si trova tra il guscio e il corpo dell’animale), l’ostrica perlifera continua a secernere intorno ad esso la sostanza madreperlacea, strato su strato. Dopo pochi anni, il risultato sarà quello di una bella e splendente gemma che chiameremo perla.
La differenza tra una perla naturale e una perla coltivata è molto semplice: l’oggetto estraneo, nel caso di perla naturale, entra nel mantello del mollusco in maniera del tutto casuale, mentre, nel caso di perla coltivata, viene introdotto chirurgicamente 

Quello che ti auguro


Ti auguro libertà dai condizionamenti, gioia profonda per le tue conquiste
spazi liberi dove immaginare, conoscere, sperare… e sogni, sogni a non finire!

La verità










La verità, per quanto povera e nuda, è sempre da preferire alla bugia camuffata e sontuosa

Valori della vita

Cerco lavoro

Jim Morrison

Tyche

I muscoli impossibili

Freddy Mercury

Favole

Rotoli del mar morto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...