lunedì 21 ottobre 2019

Almeno 20 bare colorate e ben conservate scoperte nell'antica necropoli egiziana


La scoperta di almeno 20 sarcofagi egiziani molto colorati e ben conservati è stata descritta dagli esperti come “una delle scoperte più grandi e importanti che siano mai state annunciate negli ultimi anni”.
 I sarcofagi sono stati trovati nella necropoli di El-Assasif vicino a Luxor ed erano state riposte su due livelli con un sarcofago posto sopra l’altro. 
Sono tutti ancora sigillati e nella posizione in cui sono stati posizionati originariamente, ognuno ben conservato con colori vibranti e iscrizioni complete ancora visibili. 
Non è ancora chiaro a quale epoca appartengano o chi potrebbe essere sepolto al loro interno, ma l’area in cui sono state trovate ha ospitato alcuni dei leader più famosi dell’antico Egitto.


El-Assasif è una necropoli in Cisgiordania a Tebe in Egitto.
 Questa regione è conosciuta come Alto Egitto e contiene sepolture di tre dinastie che regnarono nell’antico Egitto tra il 1550 e il 525 a.C. 

La prima, la 18esima Dinastia d’Egitto, tra il 1550 e il 1292 aC., era anche conosciuta come la dinastia dei Thutmosid ed era governata da alcuni dei più famosi faraoni egiziani, tra cui Tutankhamon , Hatshepsut e Akhenaton.
 In particolare, questa era aveva anche due donne che governavano come faraoni ed è stata classificata come la prima dinastia del Nuovo Regno d’Egitto. 
 La 25esima dinastia, nota anche come la dinastia nubiana o dell’impero kushita, era governata da una stirpe di faraoni provenienti dal Regno di Kush in quello che oggi è il nord del Sudan e avvenne tra il 744 e il 656 aC. 
In seguito  la 26esima dinastia , chiamato anche il periodo Saite, fu l’ultima dinastia di egiziani a governare prima dell’invasione persiana, comandando nella regione tra il 664 e il 525 a.C.


Negli ultimi anni, il Ministero delle Antichità egiziano ha scoperto una miriade di sepolture in tutto il paese. 
A maggio, i funzionari hanno scoperto un cimitero di 4.500 anni fa situato nella periferia del Cairo, che ospitava alcuni ricchi e potenti sepolti in Egitto accanto a manufatti sontuosi. 
Solo due mesi prima, l’agenzia aveva annunciato il recupero di uno scheletro non datato, ma antico, di una ragazza adolescente situato vicino a una piramide di 4.600 anni. 
Gli scavi subacquei di luglio di due città sottomarine hanno rivelato una tesoro in oro, ceramiche e templi, mentre ad aprile sono state scoperte decine di mummie egiziane in una tomba 

Tratto da www.iflscience.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...