domenica 30 settembre 2012

Un'idea vincente


"La patatina tira" recita un recente spot. In effetti le patatine fritte sono uno dei cibi più apprezzati del nostro secolo.
L'idea di friggerle venne allo chef statunitense George Crum non di certo per appagare il palato piuttosto per ripicca verso un cliente pretenzioso.
Si narra infatti che nel 1853 in un ristorante di New York, il "Moon Lake Lodge resort", un cliente incontentabile rimandò indietro per tre volte un piatto ritenendo che le patate, servite per contorno, erano tagliate in modo troppo spesso.
Fu così che il vendicativo chef affettò le patate in maniera sottilissima e le fece friggere, convinto di disgustare l'antipatico cliente; che invece le trovò divine.
Non ci volle poi molto tempo ed il passaparola e la loro commercializzazione ... le avviò alla conquista del mondo.

prima del Big Beng

Uscire dal mondo reale


Sognare , fantasticare, uscire dal mondo reale.Immagini, suoni, colori ti prendono per mano e ti conducono lontano.Intensi amori,nuove conoscenze,nuove esperienze,frutto di sola fantasia,ma che permettono alla tua anima di leggere in profondità e scorgere quel progetto che preme per divenire realtà.

Bravo Pierino !





"Ragazzi è corretto dire :mio fratello ha andato a scuola ?"
No, risponde Pierino, e la maestra :"bravo Pierino e perché? " Perché mio fratello ha rimasto a casa !"

La tettonica della terra

La tettonica delle placche (dal greco τέκτων, tektōn che significa "costruttore") è il modello sulla dinamica della Terra, su cui concorda la maggior parte degli scienziati che si occupano di scienze della Terra.
Le placche tettoniche terrestri. Questa teoria è in grado di spiegare, in maniera integrata e con conclusioni interdisciplinari, i fenomeni che interessano la crosta terrestre quali: attività sismica, orogenesi, la disposizione areale dei vulcani, le variazioni di chimismo delle rocce magmatiche, la formazione di strutture come le fosse oceaniche e gli archi insulari, la distribuzione geografica delle faune e flore fossili durante le ere geologiche e di come le zone interessate da attività vulcanica e quelle di attività sismica siano concentrate su determinate zone. Questo modello ha parzialmente inglobato la precedente teoria della deriva dei continenti, enunciata inizialmente da Alfred Wegener, e sviluppatasi – con accesi dibattiti e scontri nella comunità scientifica – durante la prima metà del XX secolo e gradualmente universalmente accettata a seguito della scoperta, durante gli anni sessanta, dell'espansione dei fondali oceanici.

Si nasce... o si diventa ???









Imbecilli si nasce o si diventa ?Chissà. Una cosa è certa...qualcuno parte già avvantaggiato !

Knocking on Heaven's Door

La papessa Giovanna

La papessa Giovanna è stata una figura leggendaria di papa donna, che avrebbe regnato sulla Chiesa dall'853 all'855. È considerata dagli storici alla stregua di un mito o di una leggenda medievale, probabilmente originato nel mondo ortodosso[senza fonte] antipapale, che ottenne in Occidente un qualche grado di plausibilità a causa di certi elementi genuini contenuti nella storia. Secondo la narrazione, era una donna inglese, educata a Magonza che, per mezzo dei suoi convincenti e ingannevoli travestimenti in abiti maschili, riuscì a farsi monaco con il nome di Johannes Anglicus. Sarebbe stata poi eletta papa, prendendo il nome di Giovanni VII, dopo la morte di Leone IV (17 luglio 855), in un'epoca in cui l'elezione del papa avveniva in modo fortuito. La papessa non praticava l'astinenza sessuale e rimase incinta di uno dei suoi tanti amanti. Durante la solenne processione di Pasqua nella quale il Papa tornava al Laterano dopo aver celebrato messa in San Pietro, mentre il Corteo Papale era nei pressi della basilica di San Clemente, la folla entusiasta si strinse attorno al cavallo che portava il Pontefice. Il cavallo reagì, quasi provocando un incidente. Il trauma subito da "papa Giovanni" fu all'origine di un violento travaglio prematuro. Scopertone il segreto, la papessa Giovanna fu fatta trascinare per i piedi da un cavallo, attraverso le strade di Roma, e lapidata a morte dalla folla inferocita nei pressi di Ripa Grande. Fu sepolta nella strada dove la sua vera identità era stata svelata, tra San Giovanni in Laterano e San Pietro in Vaticano. Questa strada (a quanto sembra) fu evitata dalle successive processioni papali, anche se quest'ultimo dettaglio divenne parte della leggenda popolare, nel XIV secolo, durante la cattività del papato ad Avignone, quando non c'erano processioni papali a Roma. In altre versioni della leggenda (ad esempio in quella riportata nella cronaca di Martino di Troppau) la papessa Giovanna sarebbe morta subito al momento del parto oppure, una volta scoperta, rinchiusa in un convento. Sempre secondo la leggenda, a Giovanna succedette papa Benedetto III, che regnò per breve tempo, ma si assicurò che il suo predecessore venisse omesso dalle registrazioni storiche. Benedetto III si considera abbia regnato dall'855 al 7 aprile 858. Il nome papale che Giovanna assunse venne in seguito utilizzato da un altro papa Giovanni VIII (pontefice dal 14 dicembre 872 al 16 dicembre 882).

Papua Nuova Guinea

Una giungla incontaminata dentro il cratere di un vulcano della Nuova Guinea pullula di creature mai scoperte, evolutesi in totale isolamento dall'ultima eruzione avvenuta 200 mila anni fa. Una spettacolare varietà di uccelli, rane con le zanne, pesci che emettono uno strano grugnito, piccoli marsupiali simili a orsi, gigantesche lucertole predatrici, ratti giganti sono solo alcune delle straordinarie creature scoperte dai fortunati esploratori. Il team era composto da scienziati britannici, americani, hawaiiani e della Papua Nuova Guinea, affiancato da una troupe del dipartimento di Scienza naturale della Bbc che ha filmato l'intera spedizione, ricavandone un documentario in tre parti che verrà mandato in onda domani sera. Calatisi con un elicottero giù nei tre chilometri di profondità del cratere sul monte Basavi, il loro primo incontro è stato con una rana dalle incosuete zanne. Ai biologi è bastato 30 secondi per rendersi conto di trovarsi in un habitat popolato da specie del tutto sconosciute. Nel corso della fortunatissima spedizione, durata soltanto cinque settimane, gli esploratori, infatti, sono riusciti a catalogare almeno 40 nuove specie di animali, incluse 16 rane, un geco che si mimetizza, almeno tre specie di pesci, un nuovo tipo di pipistrello e un ratto gigante, che a quanto pare sarebbe il più grande al mondo. La scoperta costituisce un'ulteriore prova della ricchezza di vita che si nasconde nel mondo delle foreste fluviali, e gli scienziati sperano che ciò contribuisca a sensibilizzare la popolazione internazionale all'azione concreta in difesa di questi ecosistemi. "? stata un'esperienza sbalorditiva che ci ha fatto ulteriormente capire quanto valga la pena difendere questi habitat" ha detto al Guardian il dottor George McGavin, a capo della spedizione. Attualemente le foreste fluviali della Papua Nuova Guinea vengono distrutte del 3,5 per cento ogni anno

Patrimoni dell'umanità - Galápagos

Le Galápagos o Galapagos, nella grafia italiana, note anche come Arcipelago di Colombo o Arcipelago dell'Ecuador o Arcipelago di Colón) sono un arcipelago di 14 isole vulcaniche (8 grandi e 6 minori) situate nell'Oceano Pacifico, a circa 1000 chilometri dalla costa occidentale dell'America del Sud. Politicamente l'arcipelago appartiene alla Repubblica dell'Ecuador. Le isole sono distribuite a nord e a sud dell'equatore, che attraversa la parte settentrionale dell'isola più grande, Isabela. Le più vecchie datano circa 4 milioni di anni, mentre le più giovani sono ancora in via di formazione. L'arcipelago è infatti considerato una delle zone vulcanicamente più attive della Terra e sono composte da bocchinare . Il relativo isolamento dovuto alla distanza dal continente e l'ampia varietà di climi e di habitat dovuta alle correnti marine della zona hanno portato all'evoluzione di numerose specie endemiche di animali e vegetali, dalla cui osservazione Charles Darwin ha tratto ispirazione per la formulazione della teoria dell'evoluzione. Il suo celebre L'origine delle specie contiene numerosissimi riferimenti agli studi di Darwin sulle specie endemiche delle Galápagos.

I giganti dell'antichità

SCIE CHIMICHE E TECNOLOGIA H. A. A. R. P

Approfondimenti su H.A.A.R.P. un sito di 180 antenne localizzato in Alaska che utilizza le scie chimiche per manipolare i fenomeni atmosferici ormai in tutto il mondo, vengono sparse tonnellate di sostanze chimiche dai tankers, successivamente le formazioni nuvolose originate dalle stesse vengono irradiate da un potente campo elettromagnetico generato dalle antenne del programma H.A.A.R.P. in Alaska. In questo modo riescono a manipolare gran parte dei fenomeni climatici in tutto il mondo creando nuvole e perturbazioni artificiali. Si trova vicino a Gakona, in Alaska (lat. 62.39° N, long. 145.15° W), a ovest del Parco Nazionale Wrangell-Santo Elias. Quest'arma verrà impiegata non solo per il cambiamento climatico ma anche per future guerre climatiche, questa è l'arma più potente mai costruita e sta creando gravi danni all'ecosistema.

Castelli della Loira - Francia

Alcuni castelli della Loira 

 Il castello di Chenonceau è situato nella regione Centre Val de Loire. Proprietà della Corona e poi residenza reale, il castello di Chenonceau è un sito eccezionale, non solo per la sua concezione originale sul fiume Cher ma anche per il suo destino: amato, gestito e protetto da donne come Diana di Poitiers e Caterina de' Medicis. Oggi, il castello di Chenonceau è, dopo Versailles, il castello più visitato della Francia. Il Castello Reale di Blois vi apre le porte della Valle della Loira. Situato nella regione Centre Val de Loire, il Castello Reale di Blois presenta un vero panorama dell'arte e della storia dei Castelli della Loira e ne fa la migliore introduzione alla loro visita. Il castello di Azay-le-Rideau è situato nella Regione Centre Val de Loire. Costruito su un'isola in mezzo alle acque dell'Indre, la costruzione, così come si presenta oggi, fu eretta sotto il regno di Francesco I, da un ricco finanziere, Gilles Berthelot, che desiderava conciliare le innovazioni venute dall'Italia con l'arte della costruzione alla francese. Situato nel cuore di uno scrigno di verde, il castello bagna nelle acque del fiume in cui si riflettono le sue facciate. Classificato monumento storico, il castello di Azay-le-Rideau esprime tutta la perfezione di un castello del primo Rinascimento francese. Situato nella regione Centre Val de Loire, nel comune di Amboise, la fortezza medievale di Amboise cede il posto ad una residenza reale sotto i regni dei Re Carlo VIII e Francesco I (fine XV - inizio XVI secolo). Numerosi studiosi ed artisti europei soggiornano alla Corte di Amboise invitati dai sovrani come, per esempio, Leonardo da Vinci che riposa nella cappella del castello. Il castello d'Angers è situato nella regione dei Pays de la Loire, nel cuore della città d'Angers. Questa vasta fortezza medievale fiancheggiata da diciassette torri fu costruita nel XIII secolo dal giovane San Luigi alla frontiera del suo regno. Dal neolitico al XXI secolo, la località non ha cessato di cambiare d'uso e d'immagine, ne testimoniano le tracce tangibili lasciate da ogni periodo. All'interno del vasto recinto, scoprite edifici residenziali e giardini. Il castello ospita il famoso arazzo dell'Apocalisse, opera di spicco della tappezzeria medievale.

L'ASTON MARTIN ICONA DI UN'EPOCA

Un uomo d'affari americano si è accaparrato la favolosa Aston Martin DB5 del 1964 di James Bond per 2,9 milioni di sterline, oltre tre milioni e 300 mila euro.
L'auto guidata da Sean Connery in 'Goldfinger' e 'Thuderball' è stata battuta all'asta da Rm Auctions a Londra, realizzando però una cifra inferiore a quanto previsto. "E' la macchina che ho sempre voluto e dopo tutto è l'auto più famosa al mondo - ha detto in un comunicato l'acquirente, Harry Yeaggy - Il mio progetto è metterla in mostra nel mio museo privato di automobili in Ohio".
Yeaggy è il secondo proprietario dell'argentea Aston Martin di James Bond. Il venditore, l'americano Jerry Lee, l'aveva comperata direttamente dalla fabbrica per 12 mila sterline nel 1969. L'auto è una delle due - e la sola rimasta - di quelle originali di 007 apparse sullo schermo con Connery. E' stata battuta all'asta con tutti i suoi 'accessori', inclusi mitragliatrici, parabrezza a prova di proiettile, targa ruotante, diffusori di olio e di chiodi e cortina fumogena.

Islanda

Islanda terra di ghiacci e di fuoco Uno dei vulcani islandesi

Fiordi Norvegesi

Fiordi Norvegesi Fiordo (dal norvegese fjord, islandese fjörður, da una radice indoeuropea che significa "approdo") è un braccio di mare che si insinua nella costa (anche per vari km) inondando un'antica valle glaciale o fluviale. Solitamente infatti le pareti del fiordo sono molto simili a quelle dei calanchi, ripide e scoscese, ma coperte di foreste. Quando un ghiacciaio che si estendeva al di sotto dell'attuale livello del mare si veniva a ritirare, il mare riempiva la vallata incisa dal ghiacciaio, con la tipica valle a forma di U. In tal modo si sono formate delle rientranze della costa connesse con il mare e talvolta profonde sino a 1300 m. La morena formata dall'espansione del ghiacciaio viene lasciata dal suo ritiro all'inizio della vallata e nel caso dei fiordi si trova sott'acqua, diminuendone la profondità all'imbocco. L'acqua sul fondo dei fiordi ha spesso una salinità molto bassa, a causa della sua provenienza dai torrenti e dallo scioglimento delle nevi: questa acqua dolce, più fredda tende a scendere sul fondo e a non mescolarsi con l'acqua di mare presente in superficie. I fiordi per la loro stretta imboccatura e per la protezione offerta dalle elevazioni che li circondano sono eccellenti porti naturali
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...