martedì 5 novembre 2013

PER RIFLETTERE UN PO'

William Shakespeare

Pixar - Lifted

André Rieu


8 Gennaio 1851: il pendolo di Foucault dimostra la rotazione della Terra


Da oltre 200 anni Copernico e Galileo avevano dimostrato che era la Terra a ruotare attorno al Sole, e non viceversa; ma fino alla metà dell’Ottocento (mentre si stava “facendo” l’Italia) c’era ancora chi non riusciva a credere che la stessa Terra ruotasse anche su se stessa.
 Ci volle lo storico esperimento di un fisico francese, Leon Foucault, per darne la prova tangibile, esattamente l’8 Gennaio 1851, utilizzando un grande pendolo, dotato di massa elevata. Foucault lo mette in moto e si accorge che il piano di oscillazione del pendolo varia progressivamente rispetto alla Terra. 
Poiché il piano di oscillazione del pendolo è fisso, il fisico francese ne deduce che in realtà è la Terra a ruotare rispetto ad esso. Semplice ed ingegnoso.
 Eppure un altro scienziato fiorentino, il matematico Vincenzo Viviani, compiendo lo stesso esperimento nel 1661, non aveva voluto arrendersi all’evidenza, ed aveva preferito postulare “ignote cagioni” capaci di far ruotare l’asse del pendolo rispetto alla Terra. 

Lo stesso Foucault ripetè l’esperimento in pubblico, il Marzo successivo, facendo oscillare all’interno del Pantheon di Parigi un pendolo di 67 metri, con una massa di 28 chili, ed un’ampiezza di oscillazione di 6 metri. 
Il “Pendolo di Foucault” (l’esperimento prese immediatamente il suo nome) ebbe una vasta eco in tutto il mondo, ed in diverse località della Terra (anche a Bologna) vennero organizzate dimostrazioni simili, che ovviamente confermarono la tesi del fisico francese: la Terra ruota su se stessa! (almeno questa volta non furono necessari roghi ed abiure per affermarlo, come era accaduto per l’eliocentrismo avversato per secoli dalla Santa Inquisizione).

Alla scoperta delle Matopos Hills - Zimbabwe



Queste colline granitiche a 35 km dalla città di Bulawayo chiamate Matopos Hills, che significa “Teste Calve“.
Le colline di questa zona sono davvero molto particolari: formatesi circa 2 miliardi di anni fa, nel corso del tempo hanno assunto una forma arrotondata a causa della continua erosione dell’acqua. Coperte da massi disposti nelle posizioni più travaganti e costellate qua e là da macchie di vegetazione, le Matopos Hills sono abitate da una gran varietà di animali, primo fra tutti il rinoceronte bianco.

Nelle grotte delle Matopos sono state rinvenute centinaia di pitture rupestri (come quelle della Nswatugi Cave risalenti a più di 2000 anni fa, quando quelle terre erano abitate dal popolo dei San, detti anche Boscimani.
La cima del Malindidzimu (ovvero la “Collina degli Spiriti“)

Le Matopos Hills sono state inserite nel 2003 tra i Patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.

Storia
Le ricchezze dell’Africa Australe, chiamata anche Rhodesia, furono contese per lungo tempo da Portoghesi e Inglesi. Ad avere la meglio, tuttavia, fu l’imprenditore, politico e imperialista inglese Cecil Rhodes che riuscì a stipulare con il re Matabele Lobenguela un accordo per lo sfruttamento delle risorse minerarie zimbabwane. Nel 1889 Rhodes fondò la British South Africa Company, una compagnia commerciale che disponeva anche di un esercito privato.
Nelle sue mire espansionistiche , infatti, non c’era solamente la conquista del mercato di diamanti ma anche quella vera e propria dell’Africa del Sud.
Dopo aver scacciato i Boeri in Zambia e sedato le ribellioni dei nativi africani, beneficiando del ruolo di Primo Ministro della Colonia del Capo, Rhodes legittimò l’allontanamento delle popolazioni locali a vantaggio degli imprenditori inglesi. Nel Novembre del 1893, però, l’Impero Matabele si ribellò alle violenze di Rhodes e assalì un avamposto inglese. Gli inglesi contrattaccarono conquistando Bulawayo, allora capitale Matabele, e, dopo aver massacrato numerosi Matabele, riuscirono ad assumere il controllo degli attuali Zambia (chiamata Rhodesia Settentrionale) e Zimbabwe (chiamata Rhodesia Meridionale) . Qualche anno dopo i Matabele insorsero nuovamente contro i colonizzatori, ma il tentativo non andò a buon fine. Stanco delle continue guerriglie, Rhodes si presentò ai nativi solo e disarmato per convincerli a mettere le armi da parte, riuscendo finalmente a negoziare la pace.
Rhodes morì nel 1902, ma la British South Africa Company mantenne il dominio sul territorio.
La Rhodesia divenne colonia autonoma sotto la Corona Inglese del 1923, entrando ufficialmente a far parte dell’Impero Britannico. La Rhodesia Meridionale si dichiarò indipendente dalla Gran Bretagna nel 1965, ma solo nel 1980 acquisì il nome Zimbabwe e la sua indipendenza venne riconosciuta a livello internazionale

Qui è sepolto Cecil Rhodes tra i primi colonizzatori dell’Africa del Sud.

Vero e proprio spettacolo della natura (soprattutto all’alba, quando il sole crea giochi di luci e ombre tra le rocce)

Liquori fatti in casa



Ecco come preparare il liquore al caffè:

INGREDIENTI per 1 lt circa di liquore 
14 caffè
500 gr di zucchero
1/2 bacca di vaniglia
500 ml di alcol al 95%
PREPARAZIONE Preparare i caffè.
In una pentola capiente mescolare lo zucchero e la mezza bacca di vaniglia al caffè.
Quando il tutto si sarà raffreddato, aggiungere l’alcol.
Imbottigliare

Preparare un buon liquore al cioccolato in casa non è difficile.

INGREDIENTI per 1lt di liquore
75 gr di cacao amaro
480 gr di zucchero
500 ml di latte
250 ml alcol puro
PREPARAZIONE Mescolare cioccolato, zucchero e latte.
Mettere sul fuoco, portare ad ebollizione e lasciare sul fuoco per 15 min.
Togliere dal fuoco, lasciare raffreddare ed unirvi l’alcol. Imbottigliare

Come mai tutte le nazioni si stanno armando fino ai denti?!?



Il nostro governo, come sappiamo - in barba ai suicidi e alla povertà crescente, con 4,1 milioni di italiani ALLA FAME si è armato fino ai denti: si parla tanto dei Jet F35 ma i governi che si sono avvicendati negli ultimi anni hanno comprato anche cannoni, sottomarini, navi, elicotteri, missili etc.
Nel 2010 l'Italia aveva stabilito il record per le spese militari di ben 20 miliardi di euro:
MA NEL 2013 - SI, PROPRIO QUEST'ANNO... anche se te non lo sapevi - CON LETTA LA SPESA MILITARE HA STABILITO UN NUOVO RECORD:
Dopo aver comprato l'arsenale citato sopra, i nostri liquidatori - ops: volevo dire "governanti" - hanno pensato bene di aumentare ulteriormente di 5,5 miliardi la spesa militare!
Alla luce dei fatti, verrebbe da pensare che l'aumento dell'IVA sia servito per coprire le spese militari:
Ma non è così, visto che aumentare l'IVA non produce un incremento del gettito erariale, in un contesto come quello attuale: bensì provoca ULTERIORI PERDITE: ma questo è un altro discorso, torniamo alle armi.
A proposito.
Mi raccomando, siate discreti.
Mi rivolgo in particolare ai giornalisti: le notizie che state leggendo non ditele a nessuno!
Parlate dell'aumento salariale di 10€ varato da Letta, che risolleverà l'economia e rilancerà i consumi, oppure parlate dell'ABOLIZIONE IMU! (e non dite a nessuno che pagheremo molto di più con trise-tari-tasi o come diavolo si chiama.) ma non dite queste cose!
Se l'Italia ha comprato un vero e proprio arsenale, vediamo cos'hanno fatto gli altri.
La Grecia - i cui cittadini sono alla fame - ha speso in armi molto più del passato. secondo alcune fonti, il governo greco sarebbe stato "costretto" da Germania e Francia, in cambio degli aiuti: ma personalmente non credo affatto a questa novella... che è stata messa in giro per giustificare le ingenti spese in un periodo tragico per i cittadini.
Figuriamoci se qualcuno ha costretto Papademos (la controfigura greca di Mario Monti) a comprare armi... è più probabile che certi "poteri forti" abbiano semplicemente ORDINATO a TUTTI i governanti loro servi di investire in armi, ed essi hanno eseguito. Cosa gliene frega a Papademos se i suoi cittadini sono alla fame... lui deve eseguire gli ORDINI dei suoi superiori, che alla fine è ciò che hanno fatto i servi nostrani.
Se andiamo a "scavare" nei meandri della rete, cercando notizie, scopriamo che TUTTE le nazioni negli ultimi anni hanno aumentato fortemente gli investimenti militari, ed in particolare le nazioni occidentali, seguite a ruota da Russia e Cina. E' di poche settimane fa la notizia che la Russia ha stanziato la bella "cifretta" di 660 miliardi di euro da spendere in armamenti entro il 2020: non solo. Sembra proprio che i russi si stiano preparando alla guerra, visto che hanno allertato le aziende strategiche nazionali ( Gazprom, LUKoil e Rosneft) del settore energetico per supportare l'esercito in caso di guerra...
In un contesto così, la Cina certo non vuole essere da meno, e anche nel colosso giallo è partita la corsa al riarmo...
Nel solo 2011 hanno speso 224 miliardi di euro per nuovi armamenti... niente male, vero?
Nel frattempo, gli indiani recentemente hanno mostrato i muscoli, testando le loro armi nucleari.
Mica bastava il disastro di Fukushima... quello di Chernobyl del 1986 ed i numerosi test nucleari americani e francesi che hanno distrutto e contaminato irrimediabilmente una buona porzione dell'oceano pacifico...
Mururoa era un paradiso, prima dei test: ora è una landa contaminata dove la gente continua ad ammalarsi, nonostante i test siano cessati definitivamente nel 1995 (sono iniziati nel 1966) - non bastavano le tonnellate di uranio impoverito che gli USA hanno sparato in ogni teatro di guerra degli ultimi 20 anni... anche l'India vuole dare il proprio contributo alla distruzione del pianeta e alla contaminazione nucleare.
ANCHE I "GOVERNANTI" DELLE NAZIONI AFRICANE hanno aumentato la spesa militare! Popolazioni che non hanno accesso all'acqua potabile, dove tutt'oggi migliaia e migliaia, milioni di persone MUOIONO OGNI ANNO DI DENUTRIZIONE/MALNUTRIZIONE o per una banale dissenteria! Non ci sono antibiotici ma c'è un bel kalashnikov per tutti.. e non solo: hanno aumentato gli investimenti in "armi pesanti".
"Negli ultimi 5 anni, è stato acquistato nel continente oltre il 53% in più dei grandi sistemi d'arma rispetto al periodo precedente. Impennata nei paesi della sponda sud del Mediterraneo, in Sudafrica, Nigeria e Uganda.
A livello globale, la spesa per armamenti è cresciuta del 24%" Leggi tutto I paesi del Golfo hanno stabilito un nuovo record di acquisto di armi... mica potevano restarsene indifesi, poverini! Ma scherziamo? Ovviamente anche gli israeliani hanno recentemente rinforzato le proprie dotazioni militari: figuriamoci se Israele stava a guardare... "mica sono li a pettinare le bambole", direbbe Bersani. Tra l'altro, Israele oltre a possedere un ingente arsenale nucleare, è dotato anche potentissime armi chimiche e persino batteriologiche che al di là dei "dati ufficiali" sarebbero probabilmente sufficienti se non per distruggere il pianeta intero, a sterminare quantomeno un continente. 
Secondo i dati ufficiali, nel 2011 nel mondo sono stati spesi per le armi 1740 miliardi di dollari: cifra che ovviamente non tiene in considerazione le spese per la gestione degli eserciti, le ingenti spese per la ricerca di nuove armi, etc. ma SOLO LA SPESA PER LE ARMI! Interessante anche l'articolo "Il mondo si arma e poi muore di fame" che rivela che la spesa per le armi è cresciuta del 63% rispetto al 1998.
L'Italia rinnovando il record per la spesa delle armi, come spiegato all'inizio dell'articolo, ha seguito il "trend" mondiale:Nel 2008 era stato stabilito il record mondiale di 1.464 miliardi di dollari spesi in nuove armi che è stato rinnovato nel 2011 con 1740 miliardi di dollari.
E CHISSA' QUALI SONO I DATI RELATIVI AL 2012 E ALL'ANNO IN CORSO... purtroppo questi dati saranno disponibili solo a posteriori, ma se avete la possibilità di scommettere sul fatto che la spesa militare è ulteriormente lievitata, fatelo: perché sicuramente vincereste!
Nel 2000 il numero delle testate nucleari sparse per il mondo si attestava a 31.535 unità: trentunomila-cinquecente-trentacinque!!! Ad oggi (secondo i dati ufficiali...) sarebbero diminuite a "sole" 17.000, dato aggiornato al giugno di quest'anno: che notizia rassicurante... wow! Potrebbero distruggere ogni angolo del pianeta per 3 volte... Se vi viene da pensare a Hiroshima e Nagasaky, tenete in considerazione che le bombe atomiche di oggi sono moooolto più potenti di quelle sganciate nella 2° guerra mondiale: la bomba sganciata su Hiroshima aveva una potenza di 13 chilotoni, pari a 13.000 tonnellate di tritolo.
La "B53", ovvero il più potente ordigno nucleare concepito dagli USA (che è stato dismesso, almeno ufficialmente) ha una potenza di 9 Megatoni (9.000 chilotoni) pari a 9 milioni di tonnellate di tritolo. Senza arrivare alla "bomba dei record" gli ordigni nucleari odierni posseduti da diverse nazioni arrivano a sprigionare una potenza di 1 megatone (1.000 chilotoni, contro i 13 della bomba di Hiroshima) pari a 1 milione di tonnellate di tritolo.
Ma per distruggere una grande città non è necessario utilizzare armi nucleari. I russi hanno concepito una bomba "convenzionale" che ha una potenza paragonabile a quelle nucleari.
Quelli citati sopra sono DATI DI FATTO, non opinabili.
Possiamo invece "opinare" sul PERCHE' tutto il mondo si stia armando fino ai denti...
Di certo per aggredire la Siria e l'Iran, oppure lo Yemen o la Corea Del Nord (tanto per citare i cosiddetti "stati canaglia") il clan degli "esportatori di democrazia" non aveva bisogno di spendere queste cifre. L'arsenale posseduto in precedenza dalle nazioni occidentali filo-americane sarebbe stato più che sufficiente per radere al suolo tutte le nazioni sopracitate...
COME MAI TUTTE LE NAZIONI DEL MONDO SI STANNO ARMANDO FINO AI DENTI IN QUESTO MODO?!? Vi lascio con questo 'incongnita', che forse è meno 'incognita' di quanto sembra... e con questo chiudo: "a buon intenditor poche parole" dice un proverbio: pochissime parole, una sola e composta da 3 lettere: NWO

Alessandro Raffa per nocensura.com

L'INFIAMMAZIONE DA CIBO E L'ALZHEIMER


RIPORTO QUI DI SEGUITO UN ARTICOLO MOLTO INTERESSANTE DEL DOTT. SPECIANI



 Intorno all'Alzheimer e al declino cognitivo si sta chiudendo un cerchio sempre più stretto. Per anni la ricerca ha cercato di trattare soprattutto gli effetti finali della malattia anziché pensare alle cause ambientali e alimentari che le provocano.

Cercare le cause di una malattia con una visione più allargata, che convolga anche le cause modificabili, quelle legate ai comportamenti, porta spesso a risultati sorprendenti e inattesi.

Ora infatti si sta scoprendo che la causa dell'invecchiamento e del declino cognitivo è strettamente correlata con l'attivazione di un processo infiammatorio e con lo stimolo di un fattore nucleare chiamato NF-kB.

Detto così dice qualcosa di interessante solo per medici e ricercatori, ma in pratica, traducendo dal "medichese" all'italiano, significa che l'infiammazione dovuta al rapporto con l'ambiente (cibo, eccesso di carboidrati, ambiente inquinato ecc.) può essere la causa dell'invecchiamento precoce, di molti squilibri ormonali e dell'Alzheimer.

Soprattutto significa che su questi aspetti si può intervenire anche senza farmaci. Questi disturbi, cambiando comportamenti, possono essere modificati o trattati.

Già nei mesi scorsi abbiamo riportato lavori che legano l'invecchiamento, l'Alzheimer e il declino cognitivo all'aumento della glicemia basale, definendo la relazione tra resistenza insulinica e malattia. Insomma, chi mangia carboidrati in eccesso e ha la glicemia alta rischia questo tipo di declino della memoria in modo molto più elevato di chi mangia bene.

Nei mesi scorsi una ricerca pubblicata su Nature ed effettuata dal gruppo di ricerca dell'Albert Einstein College of Medicine di New York ha potuto dimostrare nei topi la centralità dell'ipotalamo (punto di regolazione di tutta la sfera ormonale, dalla fertilità alle mestruazioni alla stanchezza e alla funzione tiroidea) nei fenomeni di invecchiamento (Zhang G et al, Nature. 2013 May 9;497(7448):211-6. doi: 10.1038/nature12143. Epub 2013 May 1).

In pratica l'attivazione dell'infiammazione per mezzo del TNF alfa (citochina analoga al BAFF) porta a stimolare questo fattore nucleare chiamato NF-kB che a sua volta inibisce la produzione regolare degli ormoni, come ormai è chiaro anche per altri disturbi ormonali come quelli della tiroide.

Quando questo fattore che si trova nel nucleo della cellula si attiva, attraverso lo stimolo infiammatorio, nascono risposte che possono portare al diabete, all'obesità e al cancro e ovviamente favorire l'invecchiamento e l'alterazione della memoria.

Quando i ricercatori hanno reinserito nei topi infiammati e contemporaneamente incapaci di svolgere i comuni test "mentali" in cui i topi sono abili, quegli ormoni che vengono bloccati da NF-kB, i topini hanno ripreso a fare funzionare il cervello in modo "giovanile" ed efficace.

Significa che l'elemento principale per attivare la prevenzione è quello di controllare l'infiammazione da cibo, aumentare le proprie difese dalle sostanze tossiche, e controllare l'alimentazione per evitare la resistenza insulinica (che significa tra l'altro, controllare l'eccesso di peso, mangiare integrale, e fare attività fisica).

Dicevamo che il cerchio intorno all'Alzheimer si sta stringendo grazie alla comprensione dei meccanismi legati all'ambiente, su cui possiamo intervenire con cambi di comportamenti e con l'utilizzazione di sostanze nutriceutiche che hanno la capacità di ridurre l'azione di NF-kB e di controllare l'infiammazione, come Curcuma, Olio di Perilla, Nigella sativa, Vitamina D3.

Da anni, nel nostro centro (SMA) di Milano usiamo un approccio integrato per questo tipo di problemi, lavorando sull'infiammazione alimentare, sull'attività fisica e sulla corretta integrazione per accompagnare le persone verso un miglioramento del proprio stato attraverso specifici percorsi terapeutici per il controllo del sovrappeso o della funzione tiroidea.

Si tratta di scelte semplici che possono dare, da subito, risultati importanti nel mantenere viva la memoria, attivo il sistema ormonale e contrastare i fenomeni di invecchiamento in genere.

Lago Chargoggagoggmanchauggagoggchaubunagungamaugg


E' il nome di un lago negli Stati Uniti e precisamente a Webster in Massachusetts, al confine con il Connecticut. Se non ci fossero storie e leggende a spiegarlo, sarebbe davvero difficile capire come mai qualcuno, nei secoli passati, possa aver deciso di dare a un luogo un nome tanto lungo, incomprensibile e impossibile da memorizzare. Chargoggagoggmanchauggagoggchaubunagungamaugg deriva dall’inglesizzazione da Chaubunagungamaugg, il nome con cui lo chiamavano i nativi americani Nipmuc prima dell’arrivo dei coloni inglesi, che significava luogo per pescare posto al confine. Poi, i pionieri europei lo modificarono in luogo neutrale di pesca per inglesi e indiani, che divento' l'impronunciabile Chargoggagoggmanchauggagoggchaubunagungamaugg.


Questo frastagliato e irregolare bacino idrico che vanta il terzo nome geografico più lungo del mondo, almeno così dicono, pare che sia divenuto motivo di celebrità e di richiamo turistico, anche se, a quanto pare, gli abitanti della zona si sono sempre opposti ad ogni ipotesi di sintesi del lunghissimo idioma - che da Google viene chiamato semplicemente Chaubunagungamaug - e sembra si sia diffusa l’abitudine di chiamarlo semplicemente Lago Webster.

SOGNO E REALTA'



Com'è cieco colui che immagina e progetta qualcosa,
fino ai più realistici dettagli.
Quando non riesce a darne conto interamente con misure superficiali e prove verbali,
crede che la sua idea e la sua fantasia siano vanità!
Se invece riflettesse con sincerità,
si convincerebbe che la sua idea è reale tanto quanto l'uccello in volo,
solo che non è ancora cristallizzata;
e capirà che l'idea è un segmento di conoscenza ancora inesplicabile in cifre e parole,
poiché troppo alta e troppo vasta per essere imprigionata nel momento presente;
ancora troppo profondamente immersa nello spirituale per piegarsi al reale

Kahlil Gibran

 
Nascere uomo su questa terra,
è un incarico sacro.
Abbiamo una responsabilità sacra
per il dono eccezionale che ci è stato fatto
ben al di sopra del dono meraviglioso,
che è la vita delle piante,dei pesci,dei boschi,degli uccelli,
di tutte le creature che vivono sulla terra
Noi siamo in grado di prenderci cura di loro

Detto indiano
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...