sabato 10 agosto 2019

Il sarcofago d’oro di Tutankhamon ha lasciato la sua tomba per la prima volta dalla sua scoperta


Il grande sarcofago esterno di Tutankhamon ha lasciato la sua tomba per la prima volta da quando è stata scoperta quasi un secolo fa.

 Il Ministero dell’antichità egiziano ha recentemente annunciato che il sarcofago dovrà essere sottoposto ai suoi primi lavori di restauro, prima di essere esposto al nuovo Grand Egyptian Museum (GEM) che aprirà il prossimo anno vicino alle Piramidi di Giza. 


Trasportare un oggetto fragile come questo, per non parlare del suo valore o importanza culturale, non è cosa da poco.
 Il sarcofago fu spostato per la prima volta il 12 luglio con una stretta sicurezza e unità di trasporto specializzate piene di materiali privi di acidi che assorbono l’umidità.
 Una volta raggiunto il GEM, il sarcofago è stato isolato in una stanza per essere sottoposto ad un processo di fumigazione e sterilizzazione di una settimana. 

Alla prima occhiata alla bara, i restauratori notarono che aveva sviluppato crepe nei suoi strati di intonaco dorato ed era estremamente debole.
 Si stima che l’intero processo di restauro richiederà almeno otto mesi di lavori scrupolosi e altamente qualificati.




Quando pensiamo a Tutankhamon, probabilmente immaginiamo subito la sua iconica maschera mortuaria blu e oro.
 Ora ospitata nel Museo Egizio del Cairo, la maschera una volta era posizionata direttamente sui resti mummificati del corpo del re. 

Tuttavia, non è noto che Tutankhamon fosse effettivamente racchiuso in una serie di santuari e cassapanche, un po ‘come una bambola russa.
 Questo strato in questione è la bara più esterna di tre che sono state trovate, costituita da una pesante bara dorata con manici d’argento che misura circa 2,23 metri 


Sebbene Tutankhamon sia forse uno dei nomi più noti nell’antico Egitto, se non dell’intero mondo antico, i ricercatori sanno sorprendentemente poco del famoso Pharoah. 
Si ritiene che il re Tut non avesse più di 10 anni quando divenne faraone, governando come uno degli ultimi re della XVIII dinastia tra il 1333 e il 1323 a.C.

 La sua tomba, spesso definita KV62, fu riscoperta per la prima volta in epoca moderna dall’archeologo britannico coloniale Howard Carter nel 1922.


 La maschera mortuaria simile a Dio del re catturò l’immaginazione delle persone in tutto il mondo ed è diventata una delle reliquie storiche più famose a livello globale. 
L’ultima volta che i tesori della tomba di Tutankhamon, una collezione che non includeva la bara dorata esterna, arrivarono nel Regno Unito nel 1972, attirò la curiosità di oltre 1,7 milioni di persone che si misero in coda per ore e giorni al British Museum.


Tra i molti oggetti spettacolari trovati all’interno della tomba di Tutankhamon, gli archeologi hanno scoperto un pugnale ornamentale realizzato con un meteorite di ferro.

 Fonte: www.iflscience.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...