venerdì 17 gennaio 2014

Breve storia del cotone


Risulta difficile datare l’origine del cotone.
 Da oltre 7.000 anni gli abiti di cotone proteggono l'uomo da sole, pioggia, caldo e freddo...
Nel 5000 a.C. circa, il cotone viene utilizzato dalle popolazioni della valle messicana TunuacAjn. Come testimoniano però alcuni passi della Bibbia, il cotone era già stato utilizzato dagli Ebrei per la produzione di tessuti.
 Nel 3000 a.C. circa, diverse civiltà indiane, cinesi ed egiziane, si dedicano alla coltivazione del cotone. Nella valle dell'Indu nell'odierno Pakistan il cotone viene piantato, filato e tessuto. È qui che sono stati ritrovati i più antichi reperti archeologici di tessuti in cotone(2700 a.C. circa) ... Nel 2000 a.C. si hanno testimonianze del suo impiego nella preparazione di teli per indumenti a Babilonia dove, per la sua preziosità, era denominata “oro bianco”... Dal 2000 a.C. al 1500 a.C.Il cotone è coltivato dai Maya nel Guatemala, nello Yucatan e in Messico.La Grecia classica lo scoprì grazie alle conquiste di Alessandro Magno in Asia e in Africa settentrionale...
Durante il suo viaggio verso l'America, Cristoforo Colombo è uno dei primi europei a vedere i metodi di coltivazione del cotone alle isole Bahamas.

Il cotone, il cui termine deriva dall’arabo katun ovvero "terra di conquista", già presente prima del secondo millennio avanti Cristo in India ed anche in Perù, fu introdotto dai Saraceni prima in Sicilia nel IX Secolo e poi in tutta Europa attorno al 1300. 
Considerato un prodotto d’importazione, e per di più difficile da filare e tessere, rimase per lungo tempo un tessuto di lusso al pari della seta. In Europa famose erano le impalpabili stoffe di cotone indiano dipinte con tinture che apparivano gradualmente con il passare del tempo.
Gli Europei, al loro arrivo in America, trovarono il cotone coltivato e manifatturato nelle Indie Occidentali, nel Messico, nel Perù, nel Brasile. Erano colture che traevano origine dalle specie locali, diverse da quelle del vecchio mondo.
Negli stati meridionali degli USA, la coltivazione del cotone rappresenta da sempre l’intera cultura della regione; infatti un tempo i padroni bianchi vivevano come feudatari in immensi poderi circondati da campi di cotone ed i loro lavoratori, gli schiavi neri, conducevano una vita di stenti ed esprimevano il loro disagio nella musica. 

E’ nei campi di cotone che nasce infatti il primitivo Country Blues.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...