martedì 2 ottobre 2018

Trovata in Svizzera una mano bronzea di 3.500 anni fa


Niente di simile è mai stato portato alla luce in questa parte dell’Europa, quindi i ricercatori non sono esattamente sicuri con cosa abbiano a che fare.
 Sicuramente sembra essere un simbolo di potere, ma non è chiaro se un tempo fosse parte di una scultura più grande o se fosse l’ornamento di un bastone.

 Il Servizio archeologico del Cantone di Berna sta attualmente conducendo un’analisi scientifica dettagliata del curioso oggetto e spera che tutte le domande potranno avere una risposta nel giro di pochi mesi.
 La datazione preliminare al carbonio ha determinato che la mano risale ad un periodo compreso tra il 1.500 e il 1.400 a.C., intorno all’età del bronzo dell’Europa . 
Questa datazione potrebbe determinare che questo sia forse il pezzo di bronzo più antico del mondo rappresentante una parte del corpo umano.
 Se fosse davvero parte di una scultura, potrebbe anche essere la più antica scultura in bronzo d’Europa.

 “Gli specialisti svizzeri, tedeschi e francesi, non hanno alcuna notizia dell’esistenza di una scultura simile risalente all’età del bronzo in Europa centrale”, ha detto in un comunicato stampa il Servizio archeologico del Cantone di Berna .”È, quindi, un oggetto unico e straordinario.”


La cosiddetta “mano di Prêles” è stata scoperta vicino al Lago di Biel, nella provincia occidentale di Berna, nell’autunno del 2017, insieme a una lama di bronzo e una costola umana. 
Poi, nell’estate del 2018, gli archeologi che lavoravano sul sito scoprirono i resti scheletrici di un uomo adulto che sembrava essere sepolto su una costruzione in pietra molto più antica. 
La sua tomba conteneva anche una spilla di bronzo, un ornamento di capelli in bronzo e resti di lastre d’oro, forse anche queste un tempo parte della mano di bronzo. 
Scoprendo l’identità di questo misterioso uomo, i ricercatori sperano che di essere in grado di decifrare il significato che si cela dietro l’insolita mano di bronzo. 

“Doveva essere un personaggio di alto rango”, ha aggiunto il Servizio archeologico del Cantone di Berna. “È ancora troppo presto per determinare se la mano è stata fatta nella regione dei Tre Laghi o in un paese più lontano.
 Non conosciamo né il significato né la funzione ad esso attribuita. Il suo ornamento d’oro porta a pensare che potesse essere un emblema del potere, un segno distintivo dell’élite sociale, persino di una divinità. 

 Tratto da www.iflscience.com

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...