giovedì 30 gennaio 2014

Navi fantasma: la Top 10 dei più grandi misteri in tutti i mari

Per mare tutto può succedere. E la storia ci racconta di ammutinamenti, atti di pirateria, omicidi e misteriose sparizioni. 
Chi non è rimasto affascinato dai racconti dei ‘lupi di mare’ o, semplicemente, incuriosito davanti ad un documentario dedicato al triangolo delle Bermuda? Ed ecco per gli assetati di misteri una carrellata di 10 navi fantasma che ancora oggi nascondono segreti mai svelati. 

 1. Mary Celeste

Questa nave mercantile ha fatto la sua comparsa sulla scena del mistero nel 1872. Fu trovata nell’Oceano Atlantico e serbava ancora il suo carico intatto. Ma nessuna traccia di passeggeri o di equipaggio. Il fatto che il suo carico di cibo e di acqua fosse integro ha fatto ipotizzare che, a farla rimanere in balia dell’oceano, la causa non fosse stata né una tempesta né un atto piratesco.
 Oggi la storia di Mary Celeste rimane uno degli enigmi più famosi riguardanti le navi fantasma.

 2. Carroll A. Deering


Fu un ammutinamento o la bizzarra esperienza del triangolo delle Bermuda a travolgere questa nave? Si dice che essa fosse sulla via del ritorno dalla Virginia verso Rio con il suo carico di carbone. Probabilmente si trattò di un ammutinamento da parte di un membro dell’equipaggio verso il suo capitano. La nave fu ritrovata in una località del North Carolina, completamente vuota. Dell’equipaggio non si seppe mai nulla ed il governo americano non si pronunciò mai con una spiegazione ufficiale al riguardo. Oggi, i teorici della cospirazione si riferiscono alla storia di Deering come un esempio dei misteri delle Bermuda.

 3. Bel Amica


La storia di questa elegante barca dallo stile classico sembra legato a quello di Mary Celeste. Ma i sui enigmi sono molto più recenti. Risalgono al 2006, quando fu trovata lungo la costa della Sardegna senza alcuna traccia dell’equipaggio.
 Le autorità italiane scoprirono che la barca non fu mai registrata presso alcun paese. L’opinione pubblica fu travolta dall’interesse per questa storia; ma presto si scoprì che lo yacht apparteneva ad un uomo originario del Lussemburgo che non registrò mai la sua barca per evadere le tasse!

 4. High Aim 6


Battente bandiera taiwanese, questa nave fu rinvenuta nel 2003 senza equipaggio, ma piena di rifornimenti di cibo e di tutti gli effetti personali dell’equipaggio. 
Dieci dopo giorni la scoperta, i soli membri dell’equipaggio di cui si erano ritrovate le tracce, raccontarono che il capitano e l’ingegnere erano stati assassinati e l’equipaggio era ritornato alle loro case. Ma nessuna spiegazione o ulteriore dettaglio furono mai dati.

 5. Jian Seng


Trasporto illegale di pesce e traffico illecito di umani sono solo alcune delle attività che si realizzano via mare. E la Jian Seng pare sia stata una di queste navi adibite al trasporto illegale. 
Ritrovata nel 2006 dagli ufficiali della dogana australiana, conteneva solo un grosso quantitativo di riso.
 Poiché nessun proprietario la rivendicò, fu fatta affondare.

 6. MV Joyita


Nata per essere inaffondabile, non era immune ad altri tipi di problemi. Joyita sparì nel Sud Pacifico nel 1955 con 25 passeggeri e i membri del suo equipaggio. 
Cinque settimane dopo, fu ritrovata ma buona parte del suo carico era sparito. Inoltre, furono trovate delle bende insanguinate e le scialuppe di salvataggio erano sparite. Qualcuno pensò che il capitano fosse stato ucciso e i passeggeri non ebbero altra scelta che abbandonare la nave. Ma ciò non spiega la misteriosa scomparsa del suo carico. 

7. Kaz II


Il 15 aprile 2007, tre uomini decisero di uscire per mare lungo la costa dell’Australia. La loro barca tornò intatta verso la barriera corallina ed ogni cosa era perfettamente al suo posto: dal cibo sul tavolo, al computer ancora acceso e i giubbotti di salvataggio appesi nell’armadietto. Tranne i tre uomini: loro non c'erano.
 Dato che il mare era sempre stato calmo e nessuno dei tre aveva usato il giubbotto di salvataggio, s'ipotizzò che uno di loro fosse caduto in mare e gli altri due, nel soccorrerlo, fossero annegati e spariti insieme a lui.

 8. Zebrina


Ancora una nave abbandonata. Questa volta siamo nel Sud dell’Inghilterra, nel 1917. Fu ritrovata in Francia, alla deriva e senza traccia umana. Pare che fu un sottomarino della Prima Guerra Mondiale a danneggiarla. Alcuni sostengono che lo stesso ipotetico sottomarino che la colpì, fu affondato a sua volta. L’equipaggio di Zebrina non fu mai rintracciato.

 9. Schooner Jenny


“4 Maggio 1823. Niente cibo da 71 giorni. Sono l’unico sopravvissuto”. Il capitano che scrisse questo messaggio, sedeva ancora sulla sua poltrona con la penna in mano quando, 17 anni dopo, fu scoperta la memoria scritta nel suo diario di bordo. Il suo corpo e quelli di altre sei persone furono preservati dalle glaciali temperature antartiche. La nave, intrappolata dal ghiaccio, condusse le persone a bordo verso la morte. Con loro anche un cane. 

 10. Baychimo


Usata per il trasporto di approvvigionamenti per gli Inuit a nord della costa canadese, la SS Baychimo rimase intrappolata nel ghiaccio l’8 ottobre 1931. Metà del suo equipaggio scese a terra alla ricerca di soccorsi. La restante parte non ebbe altra scelta che aspettare e, per proteggersi dal gelo invernale, si costruì una baracca di legno. Durante una tempesta, la nave scomparve; forse, affondata. Ma dopo tre giorni comparve a 45 miglia di distanza. L’equipaggio l’abbandonò definitivamente, ormai perdendo le speranze di sopravvivere all’inverno. L’ultima volta che Baychimo fu avvistata, era intrappolata nel ghiaccio, nel 1969. 

 Federica vitale

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...