mercoledì 24 gennaio 2018

Scoperte in Romania delle pietre in grado di crescere e riprodursi


Avete mai pensato a una pietra come ad un essere vivente? 
Difficile da credere, ma in Romania, a 35 chilometri da Ramnicu Valcea, sono state scoperte delle rocce eccezionali, in grado di crescere e riprodursi proprio come se fossero delle piante, reagendo a contatto con l’acqua. 

 Le trovant, è così che si chiamano, hanno delle caratteristiche così uniche da essere considerate delle rocce «vive».
 Formazioni di 6-8 millimetri, possono arrivare a formarsi in rocce da 6 a 10 metri di diametro. 
Crescite sbalorditive, anche se in tempi molto lunghi: in media, per una crescita di 5 centimetri servono 1200 anni.






Trovant, in rumeno, significa «sabbia cementata».

 I geologi pensano che queste straordinarie pietre primordiali si siano formate 6 milioni di anni fa e che il loro aumento di volume sia dovuto all’alta concentrazione di sali minerali che si trova nel loro «impasto» di arenaria: una complessa stratificazione di sabbia cementata con carbonato e acque calcaree. E quando l’acqua piovana entra a contatto con le sostanze chimiche che le formano si genera un repentino aumento della pressione interna, scatenando la caratteristica «crescita».

 Analizzando una sezione di trovant è infatti possibile vedere al suo interno una serie di cerchi concentrici che ricordano proprio quelli dei tronchi degli alberi.


Le rocce viventi oggi si possono ammirare nella riserva naturale di Muzeul Trovantilor gestita dall’associazione Kogayon sotto il patrocinio dell’Unesco.
 Qui si trova la maggiore concentrazione. 

Fonte: lastampa.it
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...