lunedì 12 dicembre 2016

Sutton Hoo, il bitume conferma i legami tra Medio Oriente e Anglosassoni


L’eccezionale scoperta di resti di bitume sulla carena di una nave funeraria rinvenuta nel cimitero di Sutton Hoo – sito archeologico nel Sud della Gran Bretagna – potrebbe aggiungere un tassello importante per la ricostruzione della storia dell’alto medioevo anglosassone. 
Secondo i ricercatori, infatti, il materiale utilizzato proverrebbe dalla regione del Mar Morto e i britannici potrebbero averlo portato da quella che è l’attuale Siria.
 «Si tratta di una scoperta eccezionale e del tutto inaspettata – ha dichiarato la ricercatrice Pauline Burger –. L’uso di questa sostanza è estremamente rara nell’antica Britannia e arriva con tutta probabilità dal Medio Oriente». 
Le tracce di bitume, utilizzato per rendere stagna la carena della nave, mostrano il collegamento tra i popoli germanici e il Medio Oriente preislamico. 
Secondo i ricercatori dell’Università di Aberdeen il ritrovamento è anche un’ulteriore conferma di come la rotta commerciale degli Anglosassoni fosse ampia, tanto da spingersi fin nel cuore del Mediterraneo. 

Il sito archeologico di Sutton Hoo, la cui scoperta risale agli anni Trenta del secolo scorso, ospita due cimiteri anglosassoni del VI e VII secolo. È considerato uno dei più importanti dell’intero Regno Unito perché fa luce su un periodo della storia britannica avvolto del mito e del quale si hanno scarse notizie storiche. 
All’interno dell’area sono stati trovati manufatti in oro e argento, ma anche armature cerimoniali e persino una nave funeraria straordinariamente ben conservata.

 Fonte rivistanatura.com
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...