martedì 1 aprile 2014

Queen : l'album INNUENDO e la sua copertina


Innuendo è il quattordicesimo album in studio della rock band britannica Queen, pubblicato nel 1991. Fu l'ultimo lavoro del gruppo registrato con il frontman Freddie Mercury ancora vivo. Accolto dai critici e dal pubblico come uno dei dischi migliori della band e del rock in generale, raggiunse la prima posizione della UK Albums Chart nel Regno Unito (rimanendovi 4 settimane), così come in Olanda (anche qui 4 settimane), in Svizzera (8 settimane), Germania (6 settimane), e Italia (3 settimane). Inoltre, fu il primo album dei Queen ad essere certificato disco d'oro per le vendite negli Stati Uniti dai tempi di The Works, nel 1984.
La copertina di Innuendo è ispirata alle illustrazioni di J.J. Grandville.


Innuendo è stato votato come il 94º miglior album di tutti i tempi, in un sondaggio effettuato dalla BBC nel 2006. 
Le registrazioni del disco ebbero inizio nel mese di marzo del 1989: appena terminate le sessioni per l'album precedente, Freddie Mercury tornò subito in sala di registrazione, per incidere qualche demo . 
Nei mesi tra aprile e novembre, la band non ebbe molto tempo da dedicare al lavoro in studio, in quanto ancora impegnata a promuovere The Miracle, e così il lavoro proseguì a rilento. 
Proprio in quell'anno, la sieropositività di Freddie al virus HIV (scoperta nella primavera del 1987) si trasformò in AIDS conclamato, e il cantante fu costretto a rivelare le sue condizioni di salute almeno agli altri tre membri della band circa nel tardo novembre, quando le sessioni di registrazione per Innuendo ricominciarono.
 Sebbene fosse appena terminata la promozione di The Miracle, la band rientrò immediatamente in sala d'incisione per realizzare il nuovo album, passando quasi tutto il 1990 a continuare il lavoro. 

Freddie era ormai nelle ultime fasi della sua battaglia contro il male che lo stava lentamente portando alla morte.
 La notizia della malattia non era ancora stata resa pubblica e Mercury continuò a lavorare come di consueto in studio, negando il reale stato delle sue condizioni fisiche ai media, che tuttavia continuavano a fare illazioni sulla sua salute.
 In particolare, questo argomento finì sulle prime pagine di alcuni quotidiani dopo alcune foto scattate il 18 febbraio in occasione di un'apparizione TV per il ritiro di un premio della British Phonographic Industry (BPI) per il fondamentale contributo dei Queen alla musica inglese, e in occasione del ventennale della band. In quelle foto il cantante appariva molto dimagrito e sofferente. 
La band si limitò a smentire tali voci e a sottolineare l'unione del gruppo, ma il danno ormai era fatto ed alcune testate scandalistiche iniziarono a parlare di AIDS. 
La band e i produttori miravano inizialmente a pubblicare il disco entro novembre o dicembre di quell'anno, ma il declino della salute di Freddie costrinse a rimandarne l'uscita fino al febbraio del 1991. Le ultime parti del disco vennero registrate in gran fretta proprio per terminare il lavoro prima che lo stadio finale della malattia impedisse a Mercury di cantare, secondo le sue volontà. 
Freddie morì meno di dieci mesi dopo la pubblicazione del disco. 

La particolare situazione che stava affrontando il gruppo si riflette anche nei testi e nelle melodie dell'album, il cui tema principale può essere senza dubbio considerato "il timore dell'arrivo della morte imminente". Si spazia dagli episodi più duri (The Hitman, Headlong) a quelli più cupi come The Show Must Go On, erroneamente considerata come una sorta di testamento di Mercury, ma scritta in realtà da May anche se accreditata, come uso per tutte le canzoni dall'album The Miracle, all'intera band.
 La title track Innuendo, dal suono molto epico, è considerata "la Bohemian Rhapsody degli anni novanta", per le molte analogie che presenta con quest'ultima, tra cui anche la lunghezza (6 min : 30 s contro i 5 min: 57 s della canzone di A Night at the Opera).

 COPERTINA 

La copertina dell’album “Innuendo” dei Queen del 1991, ultimo lavoro registrato con il frontman Freddie Mercury, presenta un dipinto dell’illustratore, designer e caricaturista francese Jean Ignace Gèrard, meglio noto con lo pseudonimo di Grandville. L’illustrazione è conosciuta come “The Juggler Of World” (Il giocoliere del mondo). 
In origine il dipinto non presentava nessun colore il quale fu aggiunto per l’occasione insieme all’immagine di una banana la quale sostituisce una stella. Tutte le immagini presenti nell’intero album dei Queen, risalgono ad una serie di opere realizzate dall’artista nel 1844 dal titolo “Un Autre Monde” (Un altro mondo) e furono realizzate come satira all’idea di utopia cosmologica di Charles Fourier, filosofo francese, secondo il quale in futuro l’uomo e i corpi celesti si uniranno per creare un’armonia universale.

 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...